UN POSTO MAGICO TRA MARE E TERRA

Guthiddai ha la fortuna di nascere in un territorio unico, circondato da montagne e mare.

La sua posizione strategica permette entusiasmanti avventure via terra alla scoperta del Supramonte e delle bellezze che circondano Oliena, e via mare tra le meravigliose acque cristalline del Golfo di Orosei.

Montagna

Avrai la possibilità di esplorare (e scalare!) il monte Corrasi, la più alta cima del nostro Supramonte. Un tempo rifugio di banditi e ribelli, oggi il suo terreno impervio regala ai visitatori esperienze indimenticabili e vedute mozzafiato.

Ai suoi piedi si trovano la maestosa valle di Lanaitto che accoglie grotte suggestive, come Sa Oche, e la sorgente carsica di Su Gologone, Monumento Naturale della Regione Sardegna.

La sorgente alimenta anche il fiume Cedrino, uno dei più lunghi dell’isola, che permette a chi si avventura in canoa di ammirare profondi canyon e altri paesaggi incantevoli inaccessibili via terra.

E a proposito di canyon, con una mezzoretta di macchina potrai raggiungere quello più profondo d’Italia: Su Gorropu, una gola carsica dall’atmosfera unica.

Mare

Non si può passare in Sardegna e non fare il bagno nelle sue acque cristalline!

Il golfo di Orosei accoglie alcune delle più spettacolari spiagge dell’isola, come Cala Luna e Goloritzé. Possono essere raggiunte a piedi, seguendo un lungo percorso immerso nella macchia mediterranea, oppure via mare.

In gommone o con il traghetto è possibile raggiungere anche le Grotte del Bue Marino, che sono state habitat dell’ormai scomparsa foca monaca.

Cultura

Non solo mare e montagna, questa zona selvaggia custodisce tesori archeologici e culturali di rara bellezza.

Come il villaggio di Tiscali, nascosto all’interno di una dolina tra il Supramonte di Dorgali e Oliena, dove si possono ammirare i resti di capanne di oltre 3000 anni fa.

Un altro sito archeologico di grande importanza è Sa Sedda ‘e sos Carros, un complesso nuragico dove è possibile ammirare diverse capanne e una ben conservata fonte sacra di epoca nuragica.

Si possono anche ammirare nuraghi, misteriose costruzioni della civiltà nuragica di cui ancora non si conosce la funzione. Nel territorio di Dorgali potete trovare il Nuraghe Mannu e i resti del villaggio vicino.

Agli appassionati d’arte proponiamo il MAN, Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, e la sua curata collezione di opere di artisti sardi, come Costantino Nivola, Mario Delitala e Maria Lai.

Non può mancare anche una passeggiata nelle colorate strade di Orgosolo, che grazie ai suoi particolari 150 murales è diventata l’incontrastata capitale del muralismo isolano.

Per i lettori accaniti sarà meraviglioso visitare il Museo Deleddiano, che si trova dentro la casa natale della scrittrice premio Nobel Grazia Deledda.

Per chi vuole scoprire di più su folklore e tradizioni, consigliamo il Museo del Costume a Nuoro, che oltre a rappresentare la vita di una volta degli abitanti dell’isola, possiede una straordinaria raccolta di abiti tradizionali e gioielli.

Suggeriamo anche di visitare il Museo delle Maschere Mediterranee a Mamoiada, che vi proporrà un suggestivo viaggio nella cultura carnevalesca sarda e non solo.

Museo delle Maschere Mediterranee
Oliena in festa

Da non perdere

Pasqua

A Oliena, in occasione della Pasqua si tiene un singolare evento che attrae ogni anno numerosi turisti: S’Incontru. Introdotta dagli spagnoli nel ‘400, è una processione religiosa che rievoca il rincontro tra la Madonna e Gesù risorto. Fanno da sfondo gli abitanti del paese vestiti con il costume tradizionale sardo, i balli e gli spari dei fucili caricati a salve.

Da gustare: Sas Hasadinas, torte salate a forma di sole, ripiene di formaggio fresco filante. Provate anche la versione piccola e dolce!

Ferragosto

Un’altra occasione per ammirare la bellezza dei costumi tradizionali è la processione di Ferragosto.

Sagre e Feste Paesane

L’estate sarda è un susseguirsi di feste dedicate ai santi patroni. I festeggiamenti durano diversi giorni e non mancano mai processioni in costume o a cavallo, concerti ed esibizioni.

Nei dintorni:

-a Orosei la festa si svolge tra il 22 e il 26 Luglio;

-a Dorgali tra il 14 e il 17 Agosto;

-a Oliena tra il 18 e il 23 Agosto,

-a Oliena tra il 26 e il 29 Agosto.

Autunno in Barbagia

L’idea nasce a Oliena a fine anni 90 con Cortes Apertas: i cortili di alcune case storiche vengono “aperti” al pubblico per mostrare e promuovere le eccellenze artigiane e gastronomiche del paese. Ormai da anni questa tradizione si è estesa in molti altri paesi della Barbagia. Da Settembre a Dicembre, non perdere l’occasione di vivere e apprezzare la Sardegna più autentica.

Da gustare: Sos pappascinos, i tipici biscotti con uva passa che vengono preparati per Ognissanti.